Dei quattro corpi e dell’Alchimia

i quattro corpi
8 Febbraio 2017

Secondo un insegnamento antico poi diventato parte dell’Alchimia contemporanea l’UOMO può essere composto da quattro corpi.

Questi quattro corpi sono composti di sostanze sottili differenti man mano sempre meno dense che, compenetrandosi, formano quattro organismi indipendenti.

I quattro organismi, seppur autonomi, sono in relazione tra di loro.

Si noti che l’UOMO non sviluppa necessariamente tutti e quattro i corpi, anzi, questa condizione è di fatto molto rara.

L’elisir spirituale sia proiettato (migliaia di volte) sul corpo (materia)… in modo che penetri e trasmuti immediatamente

i quattro corpi
I quattro corpi

Il primo corpo che tutti gli uomini hanno è il corpo fisico.

Da questo, in determinate situazioni, si sviluppa un secondo corpo che a sua volta, solo in determinate circostanze, ne svilupperà un terzo.

Il quarto corpo sarà sviluppato solo ed esclusivamente quando ricorrano condizioni/situazioni/circostanze che lo permettono.

Ogni corpo, dunque:

  • ha caratteristiche proprie;
  • manifesta una propria coscienza;
  • ha pieno potere sui corpi che si sono formati precedentemente;
  • ha pieno controllo dei corpi dai quali è nato essendo più evoluto;
  • differisce ed è molto diverso rispetto agli altri corpi;
  • tranne il primo tutti richiedono una cultura esterna per evolvere;
  • si forma solo in presenza di condizioni esteriori ed interiori favorevoli.

Inoltre si noti che:

  • ogni corpo generatore presenta tutte le sostanze del corpo generato;
  • nel corpo generatore le sostanze del corpo generato non sono cristallizzate.

Per comprendere meglio questo concetto illustriamo prima quali sono i quattro corpi

Primo corpo: Corpo Carnale, Corpo Fisico, Corpo Saturniano, Carrozza

Secondo Corpo: Corpo Naturale, Corpo Astrale, Corpo Lunare, Cavallo

Terzo Corpo: Corpo Spirituale, Corpo Mentale, Corpo Mercuriale, Cocchiere

Quarto Corpo: Corpo Divino, Corpo Causale, Corpo Solare, Padrone

Il modo più semplice per comprendere i quattro corpi è il linguaggio figurativo di alcune culture orientali che prevede:

  • una carrozza,
  • un cavallo,
  • un cocchiere,
  • un padrone.

La carrozza è rappresentazione del primo corpo, ossia il corpo fisico.

Il cavallo rappresenta il secondo corpo ovvero i desideri (e i sentimenti).

Il cocchiere è rappresentazione del terzo corpo ossia il pensiero

Il padrone rappresenta la Volontà (come anche l’IO e la coscienza pura).

Approfondimenti sui quattro corpi

Mentre il corpo fisico è difatti presente per ogni UOMO, garantito per solo fatto che vive, già a partire dal corpo astrale possiamo trovare tranquillamente uomini che ne sono privi.

Il primo corpo (quello fisico) ha in se tutte le sostanze che compongono gli altri corpi con la differenza, come già detto, che non sono cristallizzate.

Per sostanza cristallizzata s’intende una sostanza che:

  • ha maggiore potere vibrazionale in quando è più sottile, di conseguenza emana più energia;
  • è fissata, ovvero ormai è la parte maggiore che compone quella struttura ed è immutabile (tranne con un duro lavoro).

Questo fa si che molti UOMINI seppur auto-suggestionati dal pensare di avere tutti i quattro corpi non li posseggono e l’inganno nasce dal fatto che il solo corpo fisico è autosufficiente.

Un uomo è governato dal suo corpo più evoluto.

Chi POSSIEDE ed è CONTROLLATO solo il corpo fisico ma non ha sviluppato gli altri corpi, ha in se tutte le funzioni degli altri corpi con l’unica differenza che il corpo fisico governerà e controllerà il TUTTO.

Quando il secondo corpo (come il terzo o il quarto) sarà cristallizzato questi avrà il controllo.

Quando un UOMO è governato solo ed esclusivamente dal corpo fisico siamo di fonte al caso dell’UOMO-MACCHINA: un Automa che si muove nel suo TUTTO e in particolar modo nel TUTTO generato dagli altri tramite solo input esterni.

Un UOMO-MACCHINA è e sarà in balia di ogni tipo di forza accidentale e il suo TUTTO sarà governato da quello che gli succederà (e soprattutto da quello che gli altri vogliono, scelgono per lui).

Un UOMO-MACCHINA ha una volontà debole, pressoché inesistente, ed ha solo desideri imposti dal suo CORPO FISICO per assolvere i principi fondamentali di:

  • sopravvivenza;
  • riproduzione.

Tutto quello che farà, tutto quello che dirà, tutto quello che penserà sarà diretto dall’esterno essendo privo di qualsiasi tipo di “fissazione” poiché non ha sviluppato nessun corpo sarà la classica bandiera che viene girata dal vento.

Nella sua vita non c’è nulla di permanente ed ogni qualsivoglia tipo di influenza esterna  potrà modificare la sua esistenza.

Creare gli altri corpi

Per creare il secondo corpo, quello astrale, l’UOMO deve necessariamente avere uno scopo e lottare contro i propri desideri che si frappongono in maniera negativa tra lui e il suo obiettivo.

Il terzo corpo è formato quando l’UOMO avrà la possibilità di acquisire nuove conoscenze e nuovi poteri.

Il quarto corpo sarà il frutto del lavoro di fissazione delle conoscenze e dei poteri che il terzo corpo ha acquisito nel corso della sua opera di discernimento. Questa Opera sarà compiuta degli stessi altri corpi che lo hanno generato per frizione tramite la VOLONTÀ del PADRONE che ormai reclama in suo posto a sedere nella CARROZZA che il COCCHIERE guiderà tramite i CAVALLI  secondo gli ordini che riceve dal PADRONE stesso.

Il lavoro futuro che ti sta aspettando

Da questo si capisce e comprende che ti attenderà un lavoro durissimo.

In primo luogo la CARROZZA deve essere preparata.

I CAVALLI devono essere nutriti.

Il COCCHIERE, una volta assunto deve imbrigliare i CAVALLI e fissare il giogo che unisce CARROZZA e CAVALLI.

Il PADRONE deve sapere dove deve andare e dare i giusti punti di riferimento al COCCHIERE.

Inoltre non è affatto scontato che PADRONE e COCCHIERE parlino la stessa lingua.

L’unica certezza è che dovranno imparare a comunicare una volta che esistono come figure.

Il premio finale

L’uomo ordinario è un UOMO-MACCHINA che si sta perdendo numerose possibilità.

Il mezzo è la Volontà.

In questo modo sarai somma dei principi di Uranos e Chronos, ovvero dello spazio/energia e del tempo/materia e il tuo TUTTO sarà tuo in tutti i sensi perché padroneggerai la QUINTESSENZA… 

Ne vale la pena?

Abyssus abyssum invocat

Renovetur

3 Commenti

  1. emanuela

    grazie, vorrei chiedere se esistano libri che mi permettano di approfondire il funzionamento dei corpi. Mi interessa in particolare il corpo lunare se quest’ultimo riguarda il corretto fluire della coscienza, sono infatti molto interessata a capire come rimediare alle malattie mentali (operando appunto immagino sul corpo lunare), grazie ancora

    Rispondi
    • Sirioalchimus

      Ciao Emanuela e benvenuta!
      Una buona base di partenza è Gurdjieff.
      Anche il libro di Reindjen Anselmi, Il Corpo di Luce, dona ottimi spunti.
      Oggi esistono tantissime risorse anche in rete, basta cercare.
      Grazie per la condivisione.

      Rispondi
  2. Vera Niemeyer

    Mi considero alchimista e ho già fatto una lunga strada. Dolore ho sentito da ragazza, ma ormai sono Ca 15 anni che non ne sento più. Tutto comprendere significa perdonare tutto. Mi viene naturale non giudicare. Vivo in gioia circondata da bellezza e il mio lavoro mi permette di parlare di tutto ciò ai miei clienti.
    Vorrei sentire di più sul albero della cabala.

    Rispondi

Trackback/Pingback

  1. L’alchimia contemporanea e l'evoluzione umana - Alchimia Contemporanea - […] Dai quattro corpi, per  così come sono stati spiegati, sappiamo che l’uomo è composto da varie parti. […]

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti sull’Alchimia Esoterica