L’alchimia contemporanea e l’evoluzione umana

evoluzione umana
21 Febbraio 2017

Quando avrai compreso cosa s’intende per evoluzione umana avrai compreso uno dei fondamentali segreti dell’Alchimia Antica e ciò che migliaia di anni fa l’UOMO aveva ben inteso.

Riguardo all’evoluzione umana…

“… è indispensabile comprendere fin dall’inizio, che non esiste la possibilità di una evoluzione meccanica. L’evoluzione dell’uomo è l’evoluzione della sua coscienza. E la ‘coscienza’ non può evolvere inconsciamente. L’evoluzione dell’uomo è l’evoluzione della sua volontà, e la Volontà’ non può evolversi involontariamente. L’evoluzione dell’uomo è l’evoluzione del suo potere di fare, e ‘fare’ non può essere il risultato di ciò che ‘accade’.”

Gurdjieff

L’Evoluzione Umana

evoluzione umanaL’UOMO è una macchina molto complicata tanto che chi ne è in possiedo, spesso, non la comprende fino in fondo pur coabitandoci per tutta la vita poiché essa è composta da varie parti sia materiali che immateriali.

Mentre per il materiale conosciamo quasi alla perfezione l’intero sistema-macchina, per la parte immateriale quello che abbiamo sono “solo teorie”.

È quando l’uomo decide di mettere la ragione li dove non serve che iniziano i grandi problemi, dalle volte basterebbe solo “osservare con occhi differenti” per comprendere meglio.

Ogni uomo-macchina ha in se le stesse potenzialità e non esiste macchina che sia imperfetta per l’evoluzione umana.

Come per qualsiasi macchina il cattivo utilizzo, spesso nel tempo, compromette in maniera seria il suo funzionamento.

Se da un lato, nel ultimo secolo, si era data molta importanza all’aspetto fisico e poca se non nulla  al livello psichico per quanto concerne il rafforzamento, oggi si tende a trascurare sia l’uno che l’altro.

Ogni macchina per funzionare deve essere perfettamente equilibrata.

Dai quattro corpi, per  così come sono stati spiegati, sappiamo che l’uomo è composto da varie parti.

Accanto al Corpo Saturniano (meccanica), a tutti noto, esistono altre parti che possono/dovrebbero svilupparsi per considerare un uomo davvero un UOMO.

Non esiste possibilità di una evoluzione umana solo puramente meccanica, questo concetto deve essere ben inteso.

L’evoluzione umana è governata dalla coscienza e la coscienza non può evolvere inconsciamente.

L’evoluzione umana è pilotata dalla volontà e la volontà non può evolvere involontariamente.

L’evoluzione umana è attuata dal “fare” e questo non può e non deve essere assoggettato agli eventi che “accadono” all’interno del TUTTO e dai TUTTO a cui siamo assoggettati per natura.

Per le leggi della meccanica che governano il Corpo Saturniano dell’uomo, nello stato in cui egli si trova normalmente, i soli concetti di:

  • sopravvivenza
  • riproduzione

possono bastare.

Si converrà che questo non appaga la natura dell’UOMO e non lo differisce da qualsiasi altro animale.

A l’UOMO sono stati affidati ben altri compiti e qualora ci stessimo chiedendo perché la nostra vita di tutti i giorni non sia felice è forse probabile che non stiamo svolgendo quello per cui siamo stati scelti, essendo imprigionati/governati dalla nostra meccanicità.

Anche se la scienza attuale è riuscita a spiegare quasi ogni componente della macchina, l’uomo ancora non è in grado di comprendere che questo non basta: c’è ben altro e questo è solo il primo passo da compiere.

Ricordo e il non ricordo

Alla base dell’involuzione dell’UOMO c’è una energia che si è polarizzata su due livelli opposti cristallizzati in elementi molto negativi per l’evoluzione umana.

Si tratta dell’energia prodotta dalla memoria del tempo che ha generato per l’uomo di oggi due gravissimi problemi.

L’UOMO si è dimenticato chi è e il suo posto nel mondo.

Ad un certo punto dell’evoluzione umana l’UOMO era arrivato, migliaia di anni orsono, a comprendere pienamente il suo ruolo e a vivere in pace ed armonia con il TUTTO e ne veniva ricambiato (Le storia di Enoch, Matusalemme ne danno un fulgido esempio).

Aveva compreso quale fosse il suo posto, poteva godere di tutte le energie che lo circondavano ed era “assistito” da queste energie nella sua vita di tutti i giorni avendo appreso di essere pari a queste energie se non addirittura superiore essendo in grado di assoggettarle per mezzo della sua volontà.

Oggi, per la stragrande maggioranza degli uomini,  non è più così.

L’uomo contemporaneo  avendo dimenticato chi è ha perso “il suo potere”.

Avendo perduto nel corso dei secoli la cultura acquisita sulla sua immaterialità è diventato istintuale.

Essendo la sua parte animale a governarlo, in cui predomina la concretezza della sopravvivenza, deve adeguarsi a ciò che succede nel suo TUTTO mutando velocemente.

La moltitudine di Io e l’evoluzione umana

Questo fenomeno nel tempo ha dato vita alla nascita di vari “IO” all’interno di una stessa persona sradicando il governo conquistato con tanta fatica dai suoi predecessori di un “CENTRO PERMANENTE”.

Nella realtà dei fatti, però, questo fenomeno è diventato talmente comune, che l’uomo non si rende più conto di quanto gli accade e di quanto egli sia in verità sempre una persona differente.

L’uomo non riesce più a governare se stesso e ogni pensiero, ogni emozione, ogni desiderio che si manifesta ha il diritto di pretendere di essere l’uomo stesso, discrepando la sua Totalità e reclamando la propria indipendenza.

Gli “io” che si manifestano sono generati da eventi esterni e, il più delle volte, sono ostili tra loro.

In questa lotta per la loro supremazia a rimetterci è solo il possessore di questa macchina sopraffatto dalla sua incapacità di gestirla.

Le forze esterne nell’evoluzione umana.

Cosa fa nascere questi “io”?

È lecito chiederselo.

Un UOMO che nasce è una lavagna bianca tranne se non fosse per i ricordi che la MATRIX ha infuso in lui per permettergli la sopravvivenza.

Il resto viene introdotto artificialmente.

Società, famiglia, scuola, religione, ambiente, educazione ecc. sono dispensatori abusivi di personalità che formano “io” differenti.

L’uomo non governa il “qui ed ora” bensì lo subisce.

Da ciò si deduce che a seconda del momento l’uomo vestirà una data personalità.

Servono occhi differenti per vedere oltre.

Abbi il coraggio di provare coraggio ed inizia a sentire il bisogno di essere liberato.

Solo quando questo bisogno diventerà desiderio viscerale potrai fare il primo passo verso la conquista di te stesso.

Abyssus abyssum invocat

Renovetur

0 commenti

Trackback/Pingback

  1. Corpo quantico,eterico e fisico e l'alchimia spiegata ad un bambino - […] E tutto questo non è forse lo stesso ciclo che compie ogni anima che si reincarna in una forma…

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti sull’Alchimia Esoterica

Oggetti e candele esoteriche: strumenti essenziali nelle pratiche

Oggetti e candele esoteriche: strumenti essenziali nelle pratiche

Breve panoramica sull'esoterismo e l'uso di oggetti e candele nelle pratiche esoteriche L'esoterismo, un termine che deriva dal greco antico ἐσωτερικός (esōterikós), letteralmente "interno", si riferisce a una vasta gamma di pratiche e studi che esplorano i misteri...