Come stanno agendo sulla tua paura e come fermarli ora

paura
17 Settembre 2022

Esistono da secoli ormai strumenti per agire sulla paura dell’uomo che hanno un solo scopo: impedirgli di evolvere.

È una stupida legge dell’uomo, voluta da una classe molto ristretta che ha un solo fine, quello di assoggettarti.

Non voglio parlare di NWO, di complottismi, di rettiliani, di Lune e di pianeti messi lì da qualcuno all’alba dei tempi.

In fondo lo sappiamo tutti che la terra non è piatta, ma vorrei solo farti aprire un po’ di più gli occhi sulla realtà che tutti i giorni viviamo, conscio che lo status quo è ciò che è, e che queste poche righe saranno lette da pochi.

Prendere tutto questo come la favola che si racconta ai bambini è probabilmente il modo migliore per approcciarsi a questa nuova verità, tanto sconvolgente quanto palese.

Le tue paure oggi

Gli indiani d’America avevano un nome, Wetiko, e a livello esoterico sappiamo il nome quanto sia importante.

Wetiko, secondo usi e costumi propri della zona, era un virus mentale, un’entità, un demone se vogliamo, uno spirito malvagio capace d’impadronirsi delle persone portandole all’egoismo, all’avidità insaziabile e, inevitabilmente, le conduceva verso l’autodistruzione attraverso il degrado e il consumo delle energie fisiche e psichiche.

Il termine oggi è stato preso in prestito per studiare più da vicino come il mondo opera sulle nostre paure più profonde.

Castaneda li chiamava Voladores, a livello cabalistico sono chiamati Arconti, alcuni le chiamerebbero semplicemente Egregori, tanti sostantivi per descrivere un’unica cosa.

Paura: stato emotivo di repulsione e di apprensione in prossimità di un vero o presunto pericolo.

Oggi è chiaro:

La mente di un uomo, in condizioni normali, è programmata per fermarlo ed impedirgli di farsi del male.

Ogni volta che hai un’idea, ogni volta che riesci ad andare al di la della tua mente, aprendo quel fantastico mondo che c’è oltre, ogni volta che c’è qualcosa di nuovo, qualcosa di diverso, qualcosa che va oltre le tue abitudini normali acquisite e consolidate, la mente ti blocca, ponendoti in uno stato di allerta, e crea un fenomeno di attesa, mettendo in moto il tuo cervello che produce  situazioni di STRESS che fluiscono come emozioni (PAURA, TIMORE, AGITAZIONE, ECC.).

[Tratto da Il gioco sporco della mente e l’Alchimia]

Basta tornare a essere “Padroni delle propria casa” per rompere questo schema.

Certo più facile a dirsi che a farsi e occorrono spesso intere vite per riuscirci, almeno che subire qualche forte Shock che apra gli occhi, questo è noto,  ma cosa succerebbe se qualcuno con le dovute conoscenze approfittasse di questo meccanismo e instillasse questo stato emotivo dall’esterno?

Ansia, Depressione e Risentimento

Questi tre dadi, quando vengono tirati da abili giocatori, muovono l’ignara vittima verso:

  • la paura;
  • tutti gli stati emotivi che ruotano intorno a questo stato emotivo.

Perché lo fanno?

Bene c’è solo una risposta: abbassare le vibrazioni e far restare la vittima in questo vortice.

Sì perché la paura e tutti i timori in generale hanno frequenze:

  • basse;
  • dense;
  • lente

e, inoltre, una caratteristica fondamentale che le accomuna: risucchiano e portano sempre più in basso moltiplicandosi a nostra insaputa.

Cosa accade oggi e perché abbiamo paura

Hai paura di non arrivare a fine mese?

Hai paura per la tua sicurezza e quella dei tuoi cari?

Hai paura persino di andare a fare una passeggiata tranquillamente dopo cena?

Hai paura della malattia?

Hai paura…

Normalmente un cervello abituato a ragionare sviluppa un senso critico.

Filtra le informazioni, le processa e trae una conclusione.

Oggi cosa succede?

Semplicemente prendiamo le informazioni e passiamo subito alle conclusioni.

L’era digitale è stata un qualcosa di bellissimo.

Finalmente tutti potevano accedere “liberamente” all’informazione, espandere la propria conoscenza, sapere.

Sulla carta questo era lo scopo, o meglio, la sua evoluzione naturale e, nonostante il mainstream si sia impossessato anche di questo strumento, dopo averci “rimbambito” con la TV, internet è ancora un posto decente per saperne di più, basta saper e soprattutto voler cercare/trovare.

Peccato però che con il tempo ci siamo disabituati a pensare.

Prendiamo tutto quello che ci viene detto per oro colato e l’informazione diventa subito la conclusione.

Ma ti domando e ti domando, però, qual è questa informazione?

Ho un sogno!

Una puntata di un telegiornale, un giornale un giorno dove trovare solo notizie allegre, serene, felici che parlano di amore.

Perché?

Il mondo è paura

La mia realtà, la tua realtà è uno specchio delle nostre percezioni.

Quando avremo capito che il Tutto si modella sul nostro sentire/pensare, avremo risolto il 90% del mistero che ci avvolge.

L’universo è una macchina molto sensibile.

Attraiamo a noi quello che pensiamo, allora da qui la domanda, se il 90% della giornata abbiamo pensieri guidati dallo stato emotivo della paura cosa pensi che accada nella vita?

Alcuni dicono che basterebbe spegnere la TV, uscire dai Social Network, sì magari anche rifugiarsi su una montagna.

Bene, ti assicuro che anche lì le notizie negative ti perseguiterebbero, tutto è progettato perché funzioni in questo modo.

L’istigazione e l’indottrinamento allo stato d’animo della Paura

paure

Siamo chiamati a fare una scelta: subire la vita o vivere la vita.

Non possiamo scappare da questo mondo, non ci è chiesto di farlo e no, non dobbiamo farlo per la nostra missione di vita.

Possiamo però scegliere e dobbiamo farlo.

Da oggi subiremo le notizie passivamente o vogliamo quanto meno iniziare a guardarle da un altro punto di vista?

Sì perché fino a quando sotto ai piedi di un albero guarderemo solo un piccolo ramo e soltanto quello, non sapremo mai che quel gigantesco essere fa parte di una foresta se mai la guarderemo dall’alto.

Pensaci, è solo una questione di punti di vista.

Diamo per scontato quello che ci viene detto senza processare le informazioni ma soprattutto accettiamo passivamente che quelle siano le notizie che contano, senza chiederci nemmeno il perché?

Il Tutto è collegato, tutto è un link

Crediamo nel nostro piccolo che non possiamo fare nulla.

Sì, lo credevo anch’io, del resto come darti torto?

Ci dimentichiamo però che tutto è collegato a Tutto.

Siamo noi che creiamo il nostro Tutto e Tutto è il nostro Riflesso.

Capire questo è fondamentale perché da ora in poi potremmo davvero celebrare la nostra unicità.

L’Anima ci chiede una cosa, una soltanto, vivere l’esperienza.

Non importa quale sia, non importa cosa sceglierai.

È la tua esperienza non la mia, non quella di tuo padre o tua madre, non quella di tuo figlio, né quella del tuo amico: è semplicemente la tua esperienza ed è unica.

Spesso commettiamo un errore che può davvero costarci caro, identificarci.

Ci identifichiamo con il nostro corpo, ci identifichiamo con il nostro cognome, ci identifichiamo con la nostra professione e così via.

Sono maschio, sono Rossi, sono un ingegnere…

L’essenza che abbiamo dentro va oltre tutto ciò e, essendo eterna, non si identifica in nulla.

Quando comprenderemo questo è probabile che apriremo gli occhi.

Il cambiamento non è fuori

Ansia, Depressione e Risentimento  – > Amore, Gioia e Felicità.

Tutti noi siamo quindi chiamati ad affrontare la nostra esperienza e tutti noi siamo destinati a incontrare problemi sul nostro cammino.

Senza non c’è evoluzione e senza evoluzione dovremo tornare al punto di partenza più e più volte, poco conta in quante vite, l’Anima non ha tempo.

Iniziare un cammino non è semplice ma farlo implica una sola cosa: muovere il primo passo.

Solo così ci renderemo conto che ci stiamo muovendo, solo così usciremo dall’immobilismo.

Possiamo anche sbagliare strada, questo è ovvio, ma possiamo tornare indietro e ricominciare.

In fondo è il viaggio che conta non la meta.

Passo dopo passo ci renderemo però conto che, se davvero c’è qualcosa che non va, i responsabili siamo noi e non il mondo perché la tua realtà dipende esclusivamente da te.

Metro dopo metro ci renderemo conto che se davvero vogliamo che qualcosa cambi, il cambiamento deve manifestarsi dentro di noi perché avvenga fuori.

Siamo ciò che pensiamo, l’abbiamo detto e per questo abbiamo la responsabilità di ciò che pensiamo.

Amore, Gioia e Felicità è solo questo che apre la gabbia e ci fa scappare dalla ruota.

L’amore porta equilibrio nelle cose e solo il provare questo sentimento ci potrà donare una mente aperta per comprende che Tutto è già perfetto.

Io mi amo, ho una mente aperta che non si attacca a nulla.

Trasformalo nel tuo mantra e vinci la Paura così che nessuno da oggi in poi potrà più farti del male.

Sei unico e speciale, celebra la tua unicità da questo momento, porta Amore, Gioia e Felicità nella tua vita e dimentica Ansia, Depressione e Risentimento, appartengono a Loro non a te!

3 Commenti

  1. Andrea Castagnoli

    Grazie per le belle parole

    Rispondi
    • Sirioalchimus

      Grazie a te!

      Rispondi
  2. Paolo Fanzaga

    molto vero;grazie

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti sull’Alchimia Esoterica

Oggetti e candele esoteriche: strumenti essenziali nelle pratiche

Oggetti e candele esoteriche: strumenti essenziali nelle pratiche

Breve panoramica sull'esoterismo e l'uso di oggetti e candele nelle pratiche esoteriche L'esoterismo, un termine che deriva dal greco antico ἐσωτερικός (esōterikós), letteralmente "interno", si riferisce a una vasta gamma di pratiche e studi che esplorano i misteri...