Alchimia e il segreto del vuoto: viaggio nella Quinta Essenza

quinta-essenza
6 Marzo 2017

Hai sicuramente sentito nominare la Quinta Essenza, Quinto Elemento, Wuji, Akasha.

Accanto ai 4 elementi (Fuoco, Acqua, Terra, Aria) a completamento del pentacolo, sulla punta superiore, compare questo 5° elemento, la Quinta Essenza, che permea ogni cosa e forma ogni cosa.

Da sola è capace di generare ogni elemento del TUTTO ivi compresi i 4 elementi principali.

La Quinta Essenza il segreto alchemico

La Quinta Essenza è il segreto alchemico per eccellenza ed una volta compreso ogni porta potrà essere aperta.

Cercherò, per quanto mi è concesso, di fornirti una delle 99 chiavi, la prima e la più grande. Il resto dovrai farlo da solo.

La Quinta Essenza è in grado di strutturare ogni forma essendo priva di spazio e priva di tempo.

Non sarai in grado di carpire il segreto della Quinta Essenza sino a quando non avrai appreso il mistero del vuoto.

Il Vuoto e la sua pienezza

quinta-essenza
I monaci buddisti da millenni conoscono l’importanza del vuoto

Qui, o Sâriputra, la forma è vacuità e proprio la vacuità è forma

(Iha Sàriputra rüpam sunyatâ sünyataiva r)

e sanno che VUOTO non significa IL NULLA.

La fisica moderna, la fisica dei quanti, oggi è in grado di dimostrare che ogni corpo solido è composto quasi interamente dal vuoto.

Ogni corpo, infatti, in qualunque forma esso sia, è composto da atomi.

Lo spazio “enorme” tra un atomo e un altro, lo spazio “enorme” che esiste sia tra gli elementi che compongono il nucleo dell’atomo stesso e tra il nucleo e gli elettroni che vi orbitano intorno, completa alla perfezione il concetto che la materia, così come i nostri sensi la percepiscono, in realtà è solo frutto di vibrazioni e spazi infiniti.

Ciò detto, quindi, TUTTO è fatto in grandissima parte di  vuoto e il vuoto non può essere considerato NULLA in quanto è di fondamentale importanza per la nostra esistenza.

La materia

Senza il vuoto, non esisterebbe nessuna materia, poiché non ci sarebbe lo spazio sufficiente per generare il movimento/vibrazione che crea l’elemento oggetto di studio.

Gli Alchimisti del passato avevano inteso questo concetto da millenni, così come le maggiori religioni sulla nostra terra, tanto che avevano chiamato questo vuoto Quinta Essenza.

Il VUOTO forma la materia con la sua disposizione ed è governabile dall’UOMO purché rinunci alla sua MENTE per come la conosce ed ai suoi INGANNI.

La Quinta Essenza non ha tempo.

In essa è conservata la memoria di tutto quello che ci circonda.

Perché una pietra è fatta così, è stata così e resterà per sempre così?

Nel tempo la singola pietra muterà, potrà anche scomparire ma ci saranno sempre altre pietre nel Qui ed Ora a testimoniare il suo passaggio nella storia.

Perché un albero è fatto in quel modo?

Perché un animale ha quelle caratteristiche e non altre?

È perché la Quinta Essenza li ha creati in quel modo e non a caso l’Etere viene anche chiamato Akasha.

In molte culture i Registri Akashici sono i depositari del passato, del presente e del futuro di ogni singolo elemento del Multiverso (Poliverso) e sono i detentori della sua storia e della sua struttura.

Il vuoto della Quinta Essenza è quindi Caos e Ordine. Nella Quinta Essenza tutto circola e tutto si muove.

La Quinta Essenza può essere vista come un mare… Saresti in grado di distingue una sua singola goccia?

L’Etere è un mare che contiene tutta la memoria del TUTTO del multiverso.

La Quinta Essenza è dunque il Vuoto che riempie ogni cosa.

Per capirla, per comprenderla e per usarla dobbiamo prima di tutto creare il vuoto in noi stessi.

Per farlo l’uomo deve necessariamente liberarsi dalla falsa pienezza che gli è stata imposta per impedirgli di essere quello che potrebbe diventare.

Abbiamo già detto come le inutili sovrastrutture sociali morali e religiose che nei millenni l’uomo ha ereditato, gli impediscano di essere il PADRONE NELLE SUA CASA in quanto la MENTE ha dovuto occupare quel posto ed adesso non vuole più cedere le chiavi del palazzo al legittimo proprietario (sempre che questo si renda conto di esserlo).

Quello che difficilmente si comprende è che spegnendo la MENTE possiamo creare il VUOTO e cogliere la vera PIENEZZA che il MULTIVERSO è in grado di offrirci.

Ecco il dono della Quinta Essenza manifestazione del vuoto ed ecco la vera chiave!

Crea il Vuoto e potrai generale anche materialmente il mondo!

“Lascia cadere il secchio, cosi che l’acqua sfugga via, e con essa la luna. Solo questo ti permetterà di alzare lo sguardo e vedere la vera luna nel cielo; ma prima devi avere conosciuto il sapore del vuoto, devi lasciar cadere il secchio della tua mente, dei tuoi pensieri: non più acqua, né luna. Il vuoto nelle mani”

Jung

Abyssus abyssum invocat

Renovetur

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi approfondimenti sull’Alchimia Esoterica