I pensieri e il potere della mente quieta

I pensieri e il potere della mente quieta

Pensiero e mente sono direttamente collegati. Se la mente non ci fosse, ovviamente, non ci sarebbe il pensiero in quanto i pensieri sono frutto di ragionamenti, induttivi o deduttivi che essi siano.
Come molti sapranno, però, mentre un ragionamento deduttivo se ha una base di partenza vera porta a una conclusione altrettanto vera, nei ragionamenti induttivi, ovvero quelli che partono dal particolare per arrivare al generale, non sempre si arriva a conclusioni universalmente valide.
Se a questo sommiamo che la mente, nella stragrande maggioranza degli uomini, è “costretta” al governo più che al servizio e, suo malgrado, necessita di servirsi del suo prodotto, il pensiero appunto, per salvarsi e salvarci, è facilmente intuibile come la maggior parte dei nostri pensieri siano viziati più che protesi alla creazione.

leggi tutto
La Teosofia e l’origine del noto

La Teosofia e l’origine del noto

Premesso che Spirito e Materia sono sempre una cosa sola e, come giustamente sosteneva la stessa Blavatsky, se l’uno non avesse l’altra e viceversa, non ci sarebbe nessuna apparizione di coscienza, perché è necessario anche “masticare” la teosofia se vogliamo comprendere meglio chi siamo e qual è il nostro scopo?

leggi tutto
Comprendiamo cos’è l’etere per vivere meglio

Comprendiamo cos’è l’etere per vivere meglio

Ogni giorno siamo a contatto con una sostanza universale talmente sottile ed elevata che difficilmente può essere compresa, proviamoci ugualmente e per farlo partiamo proprio dalla parola.
Il termine sostanza deriva dal termine latino substantia, dove sub significa “sotto” e stantia equivale a “stare”.
Sostanza è quindi ciò che sta sotto.
La sostanza di cui tratteremo, sebbene sia così elevata, è molto densa, molto più della materia stessa.

leggi tutto